Federterme, Ancot e FORST insieme al Sottosegretario Faraone per il rilancio del termalismo

Il Presidente di Federterme/Confindustria,Costanzo Jannotti Pecci, il Presidente di ANCOT (Associazione Nazionale ComuniTermali) Franca Roso e Giuseppe Bellandi, Componente del Consiglio Direttivo,il Presidente di FORST ...

TERMALISMO: BENESSERE, SALUTE, INVESTIMENTI. LA ROAD MAP CONFINDUSTRIA PER «RINASCERE» ALL’ESTERO

Il termalismo vuole tornare ad essere attrattivo sui mercati esteri, storici e maturi, come Germania, Stati Uniti, ma anche emergenti (Cina, Russia) facendo leva sul mix unico di terapia, benessere, bellezze naturali eal...

A CHIANCIANO TERME NUOVO CENTRO DI RIABILITAZIONE UPMC

UPMC ITALY APRE UN CENTRO DI RIABILITAZIONE A CHIANCIANO TERME La struttura realizzata in collaborazione con le Terme di Chianciano, è specializzata nella riabilitazionecardiologica e della medicina dello sport. L'inaug...

Appuntamento ad Abano Terme il 21 febbraio 2017

TERMALISMO: IL SISTEMA CONFINDUSTRIA AD ABANO DISEGNA LE STRATEGIE PER IL RILANCIO

“Innovazione nella gestione igienico-sanitaria delle piscine termali”

Federterme parteciperà ai lavori del Convegno del 17 febbraio 2017* - organizzato da FOrumPiscine, in collaborazione e con il patrocinio di Federterme - con Aldo Ferruzzi, VicePresidente di Federterme e presidente della ...

Convegno sul Termalismo - Pescara, 18 febbraio 2017

"L'acqua termale è una risorsa rilevante per il  mantenimento della salute e l'ottimizzazione e il contenimento della spesa sanitaria": partendo da questo assioma, cioè da una verità che non ha bisogno di alcuna dimostra...

  • Federterme, Ancot e FORST insieme al Sottosegretario Faraone per il rilancio del termalismo

    Venerdì 24 Febbraio 2017 18:01
  • TERMALISMO: BENESSERE, SALUTE, INVESTIMENTI. LA ROAD MAP CONFINDUSTRIA PER «RINASCERE» ALL’ESTERO

    Mercoledì 22 Febbraio 2017 13:19
  • A CHIANCIANO TERME NUOVO CENTRO DI RIABILITAZIONE UPMC

    Venerdì 17 Febbraio 2017 17:28
  • Appuntamento ad Abano Terme il 21 febbraio 2017

    Venerdì 17 Febbraio 2017 15:18
  • “Innovazione nella gestione igienico-sanitaria delle piscine termali”

    Lunedì 13 Febbraio 2017 11:31
  • Convegno sul Termalismo - Pescara, 18 febbraio 2017

    Venerdì 10 Febbraio 2017 16:48

FEDERTERME/CONFINDUSTRIA: SODDISFAZIONE PER L’ACCORDO NAZIONALE PER PRESTAZIONI TERMALI 2016-2018

News

Venerdì 03 Febbraio 2017 17:36

 

Il Presidente di Federterme/Confindustria, Costanzo Jannotti Pecci, ha firmato oggi con il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Stefano Bonaccini, e la Commissione Salute rappresentata dall'Assessore Coordinatore,  Antonino Saitta, l'Accordo nazionale per l'erogazione delle prestazioni termali per il triennio dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2018.

L'intesa è stata perfezionata dopo una trattativa tra Federterme e la Commissione Salute durata oltre un anno ed iniziata successivamente allo stanziamento di risorse dedicate (5 milioni di euro all'anno per tre anni) nella Legge di Stabilità per l'anno 2016, dopo un'attenta verifica sull'andamento della spesa termale, per la quale vige ormai, da più di 15 anni, un meccanismo di controllo che ha sostanzialmente anticipato quello dei costi standard.

Il recupero dei costi di produzione è stato previsto nella misura media del 3% a far data dal 1° gennaio 2016 e per l'intero arco del triennio.

L'incremento della quota destinata dalle imprese del settore alla ricerca scientifica, che passa dallo 0,30% allo 0,40% del fatturato SSN lordo ticket, è uno dei punti maggiormente qualificanti dell'intesa, per un comparto che, negli ultimi anni, ha puntato molto sulla qualità delle prestazioni erogate e sull'individuazione di spazi che ne accrescano il ruolo nell'ambito del Sistema Sanitario del Paese.

E' inoltre prevista l'attivazione di un tavolo Federterme, Ministero dell'Economia e delle Finanze e Sogei, per l'adozione in tempi brevi della ricetta dematerializzata ed il correlato inserimento delle imprese termali nel sistema Tessera Sanitaria, strumento utile a tenere sotto controllo in tempo reale il costo delle prestazioni termali per il Servizio Sanitario Nazionale.

"L'accordo triennale firmato oggi da Federterme è motivo di soddisfazione per le tutte le imprese termali - ha dichiarato il Presidente di Federterme Jannotti Pecci – poiché rappresenta un riconoscimento, sia pur parziale, dei costi di produzione verificatisi nel triennio precedente e consente, allo stesso tempo, di rinnovare e implementare l'impegno della ricerca per innalzamento della qualità delle prestazioni e dei servizi termali, per affrontare le sfide della concorrenza proveniente principalmente dall'est Europa."

"L'intesa di oggi – ha concluso Jannotti Pecci - è anche la prova tangibile che il Sistema termale italiano non ha mai sforato il budget di spesa previsto dal Fondo Sanitario Nazionale ed ha contribuito a ridurre il ricorso ad altre prestazioni sanitarie più onerose, per le patologie di riferimento."

 

Federterme, Ancot e FORST insieme al Sottosegretario Faraone per il rilancio del termalismo

News

Venerdì 24 Febbraio 2017 18:01

Il Presidente di Federterme/Confindustria,
Costanzo Jannotti Pecci, il Presidente di ANCOT (Associazione Nazionale Comuni
Termali) Franca Roso e Giuseppe Bellandi, Componente del Consiglio Direttivo,
il Presidente di FORST (Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale) Aldo
Ferruzzi e il Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina Termale
dell'Università "La Sapienza", prof. Antonio Fraioli, hanno svolto ieri, 23
febbraio, una prima sessione di lavoro con il Sottosegretario al Ministero
della Salute, Davide Faraone, presso la Sala Governo della Camera dei Deputati
insieme agli On.li Fanucci e Camani, che coordinano l'Intergruppo Parlamentare
"Amici del Termalismo" (oltre 100 tra Deputati e Senatori di tutti gli
schieramenti).

L'incontro è stato finalizzato ad individuare
un percorso per l'attuazione dei punti maggiormente qualificanti contenuti nel
Protocollo sottoscritto tra Federterme e Ministero della Salute il 23 novembre
2016 e fornire, allo stesso tempo, un nuovo impulso alle iniziative
parlamentari avviate dagli On.li Fanucci e Camani insieme a numerosi altri
deputati e senatori appartenenti all'Intergruppo, in materia di revisione della
legge quadro di settore (legge 323/2000).

In particolare, l'On. Fanucci ha rappresentato
la necessità di velocizzare l'iter
parlamentare del ddl di riforma 323/00, chiedendo in questo anche l'appoggio
del Governo, mentre l'On. Camani ha sottolineato l'importanza di un approccio
alle questioni del settore che tenga conto in pari misura dei profili sanitaridel
termalismo e delle esigenze di definire un quadro certo di politiche
industriali  attivabili nel breve per il
settore.

In tale direzione, come sottolineato dai due
parlamentari, la questione delle aziende termali ancora in mano pubblica è tra
quelle che devono trovare con urgenza una soluzione normativa che sia
immediatamente applicabile, ed in linea con quanto contenuto nel ddl di riforma
della legge 323/00, nell'ambito del primo provvedimento normativo utile, di cui
sia certa l'approvazione da parte della Camera.

Anche le criticità che la Direttiva Bolkestein
sta causando dovranno trovare una rapida risposta con un apposito atto di
natura governativa e, se necessario, parlamentare.

Il Presidente di Federterme - Costanzo Jannotti
Pecci - nel segnalare l'opportunità che il Parlamento possa addivenire
all'approvazione del ddl di riforma almeno in uno dei due rami prima della
scadenza della legislatura, ha evidenziato i temi maggiormente qualificanti sia
del Protocollo, che della proposta di modifica legislativa, mentre la
Presidente di ANCOT – Franca Roso - ha fatto presente il rinnovato impegno con
il quale l'Associazione Nazionale dei Comuni Termali intende affrontare i temi
di settore, con particolare attenzione alle ricadute sui territori.

La Presidente Roso ha evidenziato, altresì, come
sia necessario procedere alla sottoscrizione di un accordo fra Stato e Regioni affinché
sia posta attenzione alle terme, ai suoi territori ed al turismo termale.

Il Consigliere di ANCOT – Giuseppe Bellandi –
ha confermato, inoltre, la necessità  di
operare in stretto raccordo con Federterme e FORST, con una interlocuzione nei
confronti di Governo e Parlamento in forma sempre più coordinata e condivisa.

Il Presidente di FORST, Aldo Ferruzzi, ha
ricordato i risultati raggiunti in tema di ricerca scientifica in quasi
quindici anni di attività, che hanno consentito al termalismo di mantenere a
pieno titolo il diritto di cittadinanza all'interno del Sistema Sanitario
Nazionale. Il grande sforzo che stanno facendo le aziende termali, con
il Ministero della Salute e le Regioni nella governance del board di
FORST, è ancora una volta premiato dal successo del VI bando appena concluso,
che ha raggiunto la cifra record di 27 progetti presentati dai ricercatori
degli atenei italiani e stranieri.

Da ultimo, il professor Antonio Fraioli ha
rivendicato il ruolo formativo dell'Università per consentire la rinascita di
una nuova consapevolezza nella classe medica rispetto alla validità e
all'efficacia delle cure termali.

In conclusione dell'incontro il Sottosegretario
Davide Faraone ha assicurato la sua più ampia disponibilità a sostenere le
iniziative prospettate sia sul versante parlamentare, che su quello di più
stretta competenza del Ministero della Salute e del Governo più in generale,
nel rispetto delle competenze dei vai Dicasteri.

 

TERMALISMO: BENESSERE, SALUTE, INVESTIMENTI. LA ROAD MAP CONFINDUSTRIA PER «RINASCERE» ALL’ESTERO

News

Mercoledì 22 Febbraio 2017 13:19

Il termalismo vuole tornare ad essere attrattivo sui mercati esteri, storici e maturi, come Germania, Stati Uniti, ma anche emergenti (Cina, Russia) facendo leva sul mix unico di terapia, benessere, bellezze naturali e
alta professionalità che ne fa un asset dell'industria turistica italiana e veneta, ma anche sull'innovazione per rispondere alla competizione sempre più agguerrita di Austria, Croazia, Slovenia, Ungheria. E lo fa a partire da un più stretto rapporto con il Sistema sanitario nazionale e regionale, dopo il nuovo accordo sui rimborsi delle cure termali siglato da Federterme, e dal rilancio degli investimenti, spinti dal Programma Operativo del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (POR-FESR 2014-2020) del Veneto, che ha già messo a bando 13,8 milioni di euro dei 30 previsti, per la competitività delle imprese, l'innovazione di strutture e servizi, le reti di imprese. L'obiettivo è consolidare nel 2017 i timidi segnali d'inversione di tendenza registrati a fine 2015 e nel primo semestre 2016.

È la sfida lanciata in modo corale dal sistema Confindustria che oggi si è dato appuntamento ad Abano Terme (Pd) per il convegno nazionale "IL FUTURO DELL'ALBERGO TERMALE" promosso da Federterme, Confindustria Alberghi, Confindustria Padova e Confindustria Veneto. Un confronto a vasto raggio con imprenditori termali ed esperti su problemi e prospettive di un settore strategico, non solo per il turismo, a cui sono intervenuti il
presidente nazionale di Federterme-Confindustria Costanzo Jannotti Pecci, Barbara Casillo direttore di Confindustria Alberghi, Riccardo Ruggiero presidente Sezione Terme e Turismo di Confindustria Padova, Paolo Turri Direzione Programmazione sanitaria Regione del Veneto, Aldo Buja presidente Gestione Unica Bacino Idrotermale, Gianni Gottardo consigliere Federterme per Confindustria Padova, Riccardo Mortandello sindaco di Montegrotto, Stefan Marchioro Regione del Veneto, Italo Candoni vice direttore di Confindustria Veneto.

Una mappatura dei tavoli aperti e dei risultati del sistema Confindustria nel confronto con il Governo e il Parlamento: dall'aggiornamento della legge di riordino del settore (323/2000) al mantenimento delle terapie
termali nei LEA, i livelli essenziali di assistenza di recentissima emanazione. Al recente accordo nazionale siglato da Federterme-Confindustria sui rimborsi per le cure termali (15 milioni nel triennio 2016-2018). La dimensione spesso contenuta delle imprese ricettive impone nuove strategie per giocare ad armi pari con la concorrenza estera: diventa essenziale un'interfaccia di sistema per l'accesso al credito e ai finanziamenti per crescere in competitività e standard di accoglienza, tema su cui si è concentrata l'azione di Confindustria Alberghi.

«L'appuntamento di Abano Terme con gli operatori del Bacino euganeo e del Veneto - dichiara Costanzo Jannotti Pecci, presidente di Federterme-Confindustria - è stata un'occasione per Federterme peruna verifica periodica dei risultati raggiunti e per testare insieme proposte e strategie per il rilancio del termalismo, per la salute e per le sue ricadute per lo sviluppo locale. La riflessione sui risultati raggiunti e sui programmi ci conferma che le proposte di Federterme sono state prese in considerazione concretamente dal Governo e dal Parlamento;
mi riferisco alle proposte per le quali ci siamo battuti da oltre 15 anni per l'aggiornamento della legge di riassetto del settore (323/2000) e il consolidamento delle terapie termali nei LEA (livelli essenziali di assistenza) del Servizio sanitario nazionale. Continueremo a batterci a fianco di tutte le imprese alberghiero-termali e delle istituzioni, nazionali, regionali e locali, per valorizzare le potenzialità del settore e dei territori in una prospettiva
di destagionalizzazione e diversificazione dell'offerta turistica, per migliorare la qualità e la competitività dei servizi per la salute e il benessere».

«In una fase di profondo cambiamento di tutte le dinamiche del turismo a livello globale - dichiara Barbara Casillo, direttore di Associazione Italiana Confindustria Alberghi - l'industria termale, una delle eccellenze del nostro Paese, può e deve costituire un punto di forza nel confronto con i nostri competitori internazionali. Il polo di Abano e Montegrotto per la qualità delle sue acque e per la ricchezza del territorio può giocare un ruolo importante in questa partita. L'appuntamento di oggi si inserisce in un quadro che vede il sistema Confindustria fortemente impegnato per lo sviluppo e la crescita dell'economia del turismo».

«Fare sistema - sottolinea Riccardo Ruggiero presidente Sezione Terme e Turismo di Confindustria Padova - è una necessità inderogabile per il Bacino termale euganeo per realizzare gli ampi margini di crescita e confermarsi una leva strategica per l'economia del territorio. Riponiamo molte aspettative nel ruolo che avrà l'Ogd "Terme e Colli Euganei", che merita da subito una impostazione manageriale per dare nuovo impulso al marketing di un
territorio unico, che coniuga salute, benessere, bellezze naturali, cultura e turismo e alta professionalità. I dati disponibili sulle presenze, con oltre tre milioni nel 2015 (+1,8%) sono incoraggianti, ma non ci accontentiamo.
L'obiettivo deve essere un'azione di sistema per anticipare i mutamenti di mercato e la nuova domanda e ottimizzare le risorse dell'Ogd. Superamento delle frammentazioni, unione di forze e peculiarità. In gioco c'è il nostro riposizionamento».

«L'accordo firmato da Federterme con Conferenza delle Regioni e Commissione Salute - dichiara Gianni Gottardo, delegato Confindustria Padova in Consiglio Generale Federterme - è il riconoscimento del ruolo del termalismo
come presidio sanitario e una spinta fondamentale per tutto il settore wellness del Bacino euganeo. Un risultato decisivo della rappresentanza Confindustria. Il nostro massimo impegno deve essere ora comunicare l'unicità delle Terme Euganee, raccontarci all'estero, soprattutto in Germania, dove la tradizionale fangoterapia ha subito un crollo del 31,2% mentre l'intero sistema termale aumenta del 31,1% spinto soprattutto dalla talassoterapia. L'80% chiede wellness: questo significa che le "terme" hanno cambiato utente sia come età che aspettative. Sta a noi adattare il nostro prodotto alla domanda senza snaturarne l'unicità, ovvero non dimenticando l'effetto antinfiammatorio delle nostre alghe che vantano brevetti internazionali».

I NUMERI DEL TERMALISMO NAZIONALE E PADOVANO. L'Italia, con 380 stabilimenti termali in 19 Regioni e circa 65 mila addetti, è tra i primi dieci Paesi al mondo per numero di stabilimenti e fatturato complessivo, che
nel 2015, per le sole cure termali, sfiora gli 800 milioni di euro e sale a oltre 3 miliardi con l'indotto di ricettività, commercio e servizi. Il Bacino Termale Euganeo (Abano, Montegrotto, Galzignano, Battaglia, Teolo) è la più grande area termale d'Europa: 107 hotel, di cui 90 con terme all'interno, 240 piscine termali, circa 4.600 addetti (6,9% del totale nazionale) oltre 17 mila posti letto, 3.061.043 presenze nel 2015.

A CHIANCIANO TERME NUOVO CENTRO DI RIABILITAZIONE UPMC

News

Venerdì 17 Febbraio 2017 17:28

UPMC ITALY APRE UN CENTRO DI RIABILITAZIONE A CHIANCIANO TERME

La struttura realizzata in collaborazione con le Terme di Chianciano, è specializzata nella riabilitazione
cardiologica e della medicina dello sport. L'inaugurazione è prevista a fine marzo.

Chianciano Terme, 16 febbraio 2017 - UPMC Italy apre a Chianciano Terme un centro di riabilitazione cardiologica e della medicina dello sport. L'inaugurazione del centro è prevista a fine marzo e si tratta di una struttura moderna e terapeutica realizzata in collaborazione con le Terme di Chianciano.

"Oggi nel nostro Paese - spiega il prof. Ferruccio Bonino direttore medico scientifico UPMC Institute for Health di Chianciano Terme - le patologie croniche a impatto sociale sono sempre più diffuse, coinvolgono gli apparati
cardiovascolare, metabolico, epato-digestivo e osteo-articolare e predispongono alle neoplasie. Nonostante il miglioramento nella qualità dell'assistenza sanitaria e lo sviluppo delle nuove tecnologie diagnostiche e terapeutiche, le patologie del cuore, del fegato e, più in generale, le malattie metaboliche impattano notevolmente sulla salute delle persone. La prevenzione rappresenta una fondamentale arma per combattere questa battaglia e sostenere e migliorare la salute e la qualità della vita. La prevenzione prevede non solamente i
controlli diagnostici, ma anche l'adozione di stili di vita sani, partendo dall'alimentazione corretta e dall'esercizio fisico".

È in quest'ottica che UPMC Italy sabato 18 febbraio (ore 8-14)  ha organizzato un workshop per medici e
operatori sanitari dal titolo "Medicina personalizzata e prevenzione: la riduzione del rischio come obiettivo clinico e sociale". Una parte del workshop si focalizzerà sul ruolo e sui benefici dell'attività fisica per il corpo e per
la mente. Obiettivo dell'evento scientifico, patrocinato dal Comune di Chianciano Terme, da Coop Medici 2000 e dall'Ordine dei Medici di Siena, è evidenziare l'importanza della prevenzione identificare i modelli organizzativi
che possano sostenere la persona nel percorso di prevenzione e incoraggiare una stretta collaborazione fra le diverse figure professionali e le reti sanitarie che ruotano intorno alla persona stessa.

Il nuovo centro riabilitativo firmato UPMC Italy ha dunque l'obiettivo di fornire una cura personalizzata e completa al paziente che si reca presso la struttura.

Il centro UPMC Institute for Health propone ai clienti delle Terme di Chianciano, ai cittadini del territorio e ai turisti italiani e stranieri, un "tagliando personalizzato della salute" offrendo un programma completo di prevenzione delle malattie cardiache, del diabete e della sindrome metabolica, oltre a servizi medici per la prevenzione di diagnostica per immagini, e la endoscopia per diagnosi precoce delle malattie e delle neoplasie del fegato e dell'apparato gastro-intestinale.

UPMC (University of Pittsburgh Medical Center) è un'azienda globale sanitaria e assicurativa con un fatturato di 12 miliardi di dollari con sede a Pittsburgh (USA) attualmente impegnata a creare nuovi modelli di assistenza affidabili, efficienti e centrati sul paziente. Con i suoi oltre 60.000 dipendenti, 20 ospedali, 500 studi medici e ambulatoriali, oltre 2,5 milioni di assicurati e numerose attività commerciali e internazionali, UPMC è il principale datore di lavoro non governativo dello Stato della Pennsylvania. Affiliato con University of Pittsburgh, Schools of the Health Sciences UPMC si è classificato al dodicesimo posto nella prestigiosa classifica annuale dei migliori ospedali d'America stilata da U.S. News & World Report e al primo posto nello Stato della Pennsylvania.

In Italia, UPMC è attualmente presente a Palermo (ISMETT-IRCCS), a Roma (UPMC San Pietro FBF) e a Chianciano Terme (UPMC Institute for Health).

Per maggiori informazioni www.UPMC.com; www.ismett.edu.

 

Appuntamento ad Abano Terme il 21 febbraio 2017

News

Venerdì 17 Febbraio 2017 15:18

TERMALISMO: IL SISTEMA CONFINDUSTRIA AD ABANO DISEGNA LE STRATEGIE PER IL RILANCIO

“Innovazione nella gestione igienico-sanitaria delle piscine termali”

News

Lunedì 13 Febbraio 2017 11:31

Federterme parteciperà ai lavori del Convegno del 17 febbraio 2017* - organizzato da FOrumPiscine, in collaborazione e con il patrocinio di Federterme - con Aldo Ferruzzi, VicePresidente di Federterme e presidente della Fondazione per la ricerca scientifica termale( FoRST), e con il Direttore generale di Federterme, Aurelio
Crudeli. "Federterme e FoRST  tornano a Forumpiscine, per il secondo anno dopo l'esperienza del 2016 - ha dichiarato Aldo Ferruzzi -per proseguire una collaborazione positiva e riflettere sulle nuove conoscenze in materia di tutela della risorsa acqua termale e delle innovazioni a disposizione delle imprese. Sensibile a tali esigenze, la Fondazione ha deciso di investire proprie risorse nel tema del trattamento delle acque termali con particolare riguardo alla gestione igienico-sanitaria delle piscine alimentate con acqua termale, proposto alla comunità
scientifica nazionale ed internazionale e alle Istituzioni tramite l'attuale VI Bando 2017".

In Allegato il programma del Convegno

*ForumPiscine è a Bologna Fiere, Piazza della Costituzione 6, Bologna

Padiglione 19 Sala A Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
 121 visitatori online
  • Inserzioniste
  • Inserzioniste
  • Inserzioniste
  • Inserzioniste
  • Inserzioniste
  • Inserzioniste
  • Inserzioniste
statuto

Calendario Eventi

Mese precedente Febbraio 2017 Prossimo mese
D L M M G V S
week 5 1 2 3 4
week 6 5 6 7 8 9 10 11
week 7 12 13 14 15 16 17 18
week 8 19 20 21 22 23 24 25
week 9 26 27 28

Confindustria

confindustria

Fondazione per la Ricerca Scientifica Termale

logo forst
logo_EBITERME_def
 
termeecamper
 
terme aperte 2016

Login - Area Riservata

Inserire il proprio nome utente e password, rispettanto i caratteri Maiuscoli/Minuscoli



Webmail

AddThis Social Bookmark Button

Version Iphone

Version Iphone by JoomTouch

Copyright © 2017 Federterme.it. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito