Terme di Vinadio: iniziati i lavori di rilancio

Mercoledì 28 Settembre 2016 10:25

News

A poca distanza da Cuneo, nel territorio comunale di Vinadio, si trovano il Santuario di Sant'Anna conosciuto soprattutto perchè con i suoi 2035 metri di altezza ha il primato di essere il più alto Santuario d' Europa; e il grande Forte eretto nel 1834 da Carlo Alberto di Savoia, opera considerata tra le più imponenti di tutto l'arco alpino: mura lunghe1200 metri e camminamenti su tre livelli per oltre 10 Km.

Dopo i danni causati dalla seconda guerra mondiale (i tedeschi lo occuparono e gli americani lo bombardarono) il monumentale Fortefu abbandonato. Oggi, restaurato, è meta di turismo. All'interno è attiva una pista di pattinaggio su ghiaccio, utilizzata anche dalla Federazione italiana Hockey che organizza ogni anno un
campus di roller Freeystyle.

Ma l'attrattiva costituita dal Forte e dal  Santuario, non può spiegare da sola - in un comune di soli 644 abitanti - la presenza di ben 6 alberghi, con decine e decine di stanze, anche di elevata qualità. Il neo sindaco di Vinadio, Angelo Pietro  Giverso, eletto alle ultime elezioni amministrative del 2016, non ha dubbi. "Sono le terme che richiamano molte persone, che vengono a curarsi o soltanto a prendersi un periodo di relax".

Anche il complesso termale, oggi, è in fase di rilancio: grazie a investimenti privati, sono partiti nuovi investimenti
che, oltre a rimodernare la struttura, vecchia di secoli, stanno riqulificandola per portarla al livello delle più rinomate Terme europee. E che non mancheranno di avere benefiche ricadute per tutta la Valle Stura.

Ma il complesso  si trova a 1300 metri di altezza sul livello del mare. "Giocoforza – aggiunge il sindaco – il periodo di  esecuzione dei lavori è molto ristretto". La riapertura, infatti, è prevista non prima di altNatale 2017.

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I cookies necessari per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati. Per maggiori dettagli vai qui privacy policy.

Ho letto e accetto i cookies di questo sito